Con l'anima vuota.

Sfogatevi, sono qui per voi.   “A me, in fondo, la tristezza piace.
Non che mi piaccia essere giù, o di cattivo umore.
È che ho imparato a convivere con quel senso di malinconia che la sera, prima di chiudere gli occhi, ti avvolge del tutto.
Ho imparato ad amare di più una canzone che mi fa scendere le lacrime a fiotti, piuttosto che una dal ritmo allegro, o da ballare.
E se dovessi scegliere tra un film strappalacrime o qualsiasi un altro genere, sceglierei il primo.
Non perché sono masochista, o stupido, ma perché conosco bene la sensazione di rimanere solo, di essere abbandonato.
E non riesco a vedere me stesso in un film a lieto fine, in un libro alla “vissero per sempre felici e contenti”.
Sono fatto così.
Mi piacerebbe poter dire di essere una persona felice.
Ma non lo sono.
Amo stare solo nella mia tristezza.
Amo le sere di pioggia, con un libro un po’ drammatico tra le mani.
In fondo, mi trovo bene nella mia malinconia.
Forse perché una persona felice vive nella paura di diventare triste.
Mentre una persona che si è abituata alla tristezza, mal che vada, trova la felicità."
–Francesco Roversi.
Napoli | 15 | L'odore dei libri | Nesli e Jovanotti | La musica, quella buona | Il colore del cielo | L'inverno e le coperte | I capelli colorati | Ascoltare e aiutare | L'acidità e la timidezza in persona | L'anima vuota.

Acciaio, Silvia Avallone.

Acciaio, Silvia Avallone.

— 5 mesi fa con 3 note
#libri  #citazioni  #acciaio  #Silvia Avallone  #Avallone 
  1. comeacidomuriatico ha rebloggato questo post da focodamordura
  2. ceansea-w ha rebloggato questo post da focodamordura
  3. focodamordura ha rebloggato questo post da lamusicaelamiascappatoia
  4. postato da lamusicaelamiascappatoia